Tempo di lettura: 2 minuti

Può una scarpa causare un infortunio ed un caso internazionale?

La risposta evidentemente è SÌ – quello che è capito Mercoledì 20 Febbraio 2019 rischia di passare agli annali come il più pericoloso “scivolone” di Nike da quanto l’azienda è stata fondata.

Già, perché la scarpa era quella del piede sinistro di Zion Williamson, futura promessa NBA in forza a DUKE che è letteralmente esplosa dopo solo 33 secondi di gioco, come se non bastasse, durante la partita NCAA più importante della stagione (DUKE vs UNC).

Risultato: infortunio per il povero Zion – si parla di distorsione al ginocchio destro – ed il titolo NIKE crolla in borsa, con perdite per 1.1 miliardi di dollari.

Episodi di questo genere, ovviamente, creano grande scalpore mediatico a livello internazionale e generano pagine e pagine di argomentazioni più o meno efficaci. Prenderemo in esame solamente quelle di interesse al nostro progetto.


Il peso di Zion Williamson

Per prima cosa bisogna analizzare la stazza fisica della giovane promessa – già perché Zion è 2 metri e 01cm per ben 129Kg di muscoli. Tanto per dare un riferimento, il Prescelto LeBron James è un paio di cm più alto, ma ben 16Kg in meno.

La scarpa sotto accusa è la Nike PG 2.5, signature di Paul George – il quale raggiunge ma non supera i 100Kg di peso, per 2 metri e 06cm di altezza.

Ci si chiede quindi se la PG 2.5 sia stata pensata per giocatori del genere, oppure se sia un’accordo di sponsorship finito male.

Quello che è certo, è che la sua squadra (DUKE), nel 2015 ha rinnovato l’accordo con Nike di fornitura del materiale tecnico da indossare sul parquet.

In ogni caso va sottolineato che ogni atleta ha a disposizione diversi modelli di sneaker: lo stesso Williamson, in questa stagione, ne ha calzate dieci modelli diversi.

Dalle nuovissime Adapt BB che si allacciano da sole, prezzo di listino 350$, alle Kyrie 5.


La qualità delle Nike PG 2.5

I media di settore si sono scatenati contro la qualità di queste signature low-cost Nike (circa 110$ al paio), argomentando che sia scandaloso fornire a giocatori di questo livello scarpe del genere.

PlayStation Nike PG 2.5 - White Multi Color
PlayStation Nike PG 2.5 – White Multi Color

Ma c’è anche chi sostiene che sia del tutto normale – ecco per esempio cosa scrive Brad Crawford su 247 Sports:

Le suole possono distruggersi quando gli atleti usano modelli economici e poco resistenti per durate più lunghe del dovuto.

Se guardate la sneaker sinistra di Williamson vedete che la tomaia è completamente intatta e l’intersuola in phylon (il materiale usato, ndr) si rompe a causa della schiuma indebolita”.


Sono solo coincidenze?

Potrebbe essere solamente un caso particolarmente sfortunato, ma questo esempio è alquanto emblematico.

Zion vestiva:

  • un modello di scarpa probabilmente non adatta al suo peso
  • un paio di scarpe probabilmente usurate

Una scarpa già consumata, quasi a fine vita, sottoposta a continue sollecitazioni, tra dribbling, cambi di direzione, salti e atterraggi può diventare quindi un nemico invisibile?

Per noi la risposta è SÌ, e rinnoviamo il consiglio di fare molta attenzione sia sulla scelta, sia sul quando è necessario cambiare un paio di calzature sportive.